Materiale informativo per migliorarsi. Le canalizzazioni parallele multiple. Parte II

Sono delle forme di canalizzazioni delle ricorrenze nei grafici di lungo periodo e che servono per orientare su base razionale punti d'ingresso o di uscita a seconda dell'evolversi di tali forme

di csifinanza, 14 dicembre 2011, ore 19:46
Nessun commento »

Le . Parte II

di

Pendragon.

Analogo ragionamento si può fare con Beni Stabili, in trend di lungo termine ribassista, che era seguibile fin dal doppio minimo del 20 marzo con questa “canalizzazione multipla” impostata.

Nel lungo periodo si potevano tracciare queste cinque rette, quelle che parevano più significative sulla base delle oscillazioni precedenti.

Visto nell’ottica semestrale il grafico così canalizzato permetteva di confermare il doppio minimo, di entrare sotto alla seconda linea dal basso e di uscire poco sotto alla terza.

Poi avrebbe consigliato di entrare alla tenuta del canale rialzista di breve sempre sotto alla terza linea con un target price perfetto sull’upper shadow della candela dell’11 maggio, in corrispondenza della quarta linea.

Poi di nuovo su conferma del supporto del canale rialzista di breve con obiettivo la quinta linea.

La tecnica della canalizzazione parallela multipla può essere applicata solo se il titolo possiede un trend ben individuabile e sostenibile, che sia quindi compatibile con la tenuta nel medio e medio-lungo periodo, omogeneo nel tempo e dotato di una inclinazione costante e stabile.

E’ cioè necessario poter individuare un canale ben definibile, che permetta di tracciare una prima linea che ne evidenzi l’inclinazione generale.

Questa operazione è molto importante; all’approccio visivo, nel medio-lungo termine, questa linea fondamentale deve rappresentare in modo armonioso e ricorrente l’orientamento generale del titolo.

Un suo posizionamento errato si ripercuoterebbe sulla costruzione del canale multiplo e renderebbe pericolosa la visione d’insieme.

A questo punto infatti, duplicando la linea appena tracciata, si può verificare se è possibile posizionarla in altri punti del grafico dove essa sia toccata da massimi e minimi di oscillazione, che siano ricorrenti e che diano l’impressione di essere punti di sostegno del trend.

La prima linea tracciata è abitualmente un supporto o una resistenza, ma non necessariamente.

L’importante è poter individuare una linea anche intermedia nel trend che una volta posizionata ne chiarisca l’inclinazione.

Laddove sia impossibile individuare un trend avente le caratteristiche appena descritte, il titolo non può essere analizzato con questa tecnica, e va osservato con l’ausilio di altri metodi di A.T.

Va infatti

fatto notare come siano relativamente pochi i titoli che si adattano a questa tecnica, e come soprattutto forzature nella ricerca di canali multipli possano portare ad errori di valutazione dolorosi.

Per leggere la 1° parte dell’articolo cliccare sul link:

http://csifinanza.investireoggi.it/materiale-informativo-per-migliorarsi-le-canalizzazioni-parallele-multiple-parte-i-9622.html

Un Saluto.

EXODUS

__________________________________________________________________________

Per chi volesse approfondire le tematiche trattate in questo articolo, e quelle derivanti dalla applicazione delle teorie di e analisi fondamentale, di e , puo’ trovarci anche nell’area dedicata ad una particolare scuola ‘militare’ di , dove si insegna la applicata ai mercati finanziari, attraverso un gioco di ruoli, competenze e gradi gerarchici, e con l’ausilio degli insegnamenti dei grandi strateghi dell’arte della guerra:

http://csifinanza.express-forum.net/forum.htm

__________________________________________________________________________

Tags: , , ,




Lascia un commento

:-)  :D  :mrgreen:  :(  ;-)  :roll:  :mad:


  • "Il trucco è mettere in chiaro la differenza tra ciò che voi volete che accada e quello che sapete che accadrà."

  •  Ricerca per Categorie
  •  Archivio
  •  I vostri commenti
  •  Dal Network